Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Sostienici

Sponsor
 

Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Aldebaran » 25/04/2012, 9:14

Mi accingo a scrivere una guida per tutti coloro, me compreso, che talvolta, specialmente girovagando tra le aste in internet, non sanno quale rasoio comprare o non riescono ad ovviare tra i seguenti parametri di scelta, ovvero:

1.Bellezza dell'oggetto, secondo i propri canoni estetici o interessi storici legato allo strumento in questione.

2.Funzionalità effettiva del rasoio.

3.Costo del rasoio a mano libera.

Il punto 3 non lo analizzerò, non posso oggettivamente fare i conti nelle tasche altrui.

Per quanto concerne il punto 2...De Gustibus Non Disputandum Est.

Il punto 1 è l'unico che si presta ad un'analisi oggettiva.

Per coloro che sono agli inizi, per quanto riguarda la rasatura e l'affilatura, o anche per coloro che l'affilatura la rimandano ad altri, consiglio sempre un rasoio a punta tonda, con una misura della lama tra i 5/8 e i 7/8 e di acciaio Solingen.
In realtà la misura ideale è 6/8, ma agli inizi vi consiglierei di non spendere troppo per un rasoio e, la tal proposito, l'acciaio Solingen è quello con il miglior rapporto qualità-prezzo.
La punta tonda talvolta mal si presta a rifiniture in punti particolari del volto, ma di sicuro non vi infilzerete le guance, come accade, sovente, con un rasoio a punta spike, specialmente se esso è sotto i 5/8.
La misura alta della lama fornisce peso al rasoio e, di conseguenza, una migliore capacità di radere.
In parole povere, il rasoio cosi' descritto dovrebbe essere, in linea di massima, cosi' .
Qui invece troverete le disquisizioni sui tipi di punta,altezza lama e tipo di lama.

Le marche di rasoi sicuramente affidabili:

Esse sono la Solingen, i Filarmonica i Thiers-Issard, gli Sheffield. La prima è la meno costosa, i Filarmonica sono molto costosi.

Ho notato che su ebay, il sito delle aste on-line, talvolta è scritto, come didascalia sotto la foto di un rasoio in vendita
"Style Solingen Steel/Razor".
In questo caso, si tratta di rasoi in stile Solingen appunto, non autentici, spesso forgiati malamente con acciai inossidabili martensitici in Pakistan o Cina.
Il prezzo fortemente conveniente è indicativo, in questi casi e in genere, di cattiva qualità del rasoio.

Premesso questo, non vorrei essere frainteso riguardo ad un punto, ovvero la scarsa qualità dei rasoi inox.
Per i rasoi inox si usano gli acciai martensitici, di solito usati per gli utensili perchè possiedono abbastanza carbonio per essere temprati e rinvenuti.
Hanno bisogno però di accortezze durante il loro trattamento, e rispondono bene, come nel caso dell'ATS-34, ai trattamenti criogenici.
Quindi rasoi Solingen tipo i Friodur sono ottimi, a dispetto delle solite dicerie da parte dei detrattori dell'inox.
Un altro esempio da apportare al discorso è quello dei rasoi Mastro Livi, forgiati a mano e, per questo motivo, piu' costosi di quelli industriali ma che offrono ottime rasature.

Per quanto concerne la tipologia di lama, Wedge o Hollow (a vari gradi di molatura), vorrei riflettere sulla capacità di radere della prima tipologia, rispetto alla seconda.
I rasoi Wedge,normalmente a lama piena, quindi piu' pesanti, sono normalmente indicati per coloro che possiedono barbe dure e fitte, in realtà non è propio cosi'.
Se è vero che la lama di questo tipo vibra e si flette meno durante la rasatura, in realtà tali lame si affilano meno bene, anche con l'uso di nastro adesivo, in quanto il filo vero e propio è come racchiuso tra due parti dell'acciaio stesso e quindi non riesce a toccare bene la pietra durante l'affilatura lasciandosi limare tramite conveniente attrito.

Immagine
Un rasoio Hollow invece si affila piu' facilmente e pesa, se possiede una lama abbastanza alta (dai 6/8 in su), quanto un Wedge e/o poco meno di un Wedge con lama della stessa misura.
Un filo piu' tagliente equivale a maggiore esportazione di barba durante la rasatura.
I cosidetti rasoi "per barbe dure" come questo Filarmonica 8/8
oltre ad avere una lama Hollow (3/4 in questo caso), possiedono una fascetta sul codolo e dei segni sul dorso che migliorano la presa.
Questo affichè si possa poggiare comodamente il pollice della mano sulla parte superiore della punta della lama, il mignolo sulla fascetta e che le altre dita possano coprire tutto il dorso.
Cosi' facendo si puo' imprimere in tutta sicurezza maggiore pressione,annullando le vibrazioni, radendo piu' barba.
I rasoi Full-Hollow in genere possiedono anche un dorso molto largo che, scaricando il suo peso su una lama molto sottile e possedendo questi rasoi anche un angolo di bevel di circa 14,2 gradi,riescono a fornire ottime rasature per tutte le barbe.
Anche la presenza nel rasoio di un doppio stabilizzatore contribuisce a rendere meno flessuoso il movimento della lama durante la rasatura, il che e' molto utile se il rasoio in questione e' full-hollow.

Non acquistate rasoi che hanno perso troppo metallo sulla lama, con quindi eccessiva riduzione dell'altezza della stessa.
Vi è troppa differenza, infatti, tra le due geometrie;la prima inerente a quando il rasoio è uscito di fabbrica, la seconda risultante da eccessive molature.
L'assottigliamento della lama partendo dal dorso fino al filo deve essere costante e progressivo, non brusco, altrimenti il rasoio non poggerà bene sulla pietra.
Una lama un po' sbeccata si puo' sempre sistemare con una mola, ma non è detto che si possa affilare poi bene, se si presentano le condizioni di cui sopra.
Chi svolge tal lavoro, comunque, dovrebbe anche prima passare il rasoio attraverso le mole a "Tazza" per correggere la geometria tra il dorso e la costa, in questi casi sempre problematica.
A tal proposito, leggere il seguente post sull' "Heavy Hone Wear".

Esempio:

viewtopic.php?f=25&t=13

Notate come nel rasoio fotografato nel post,una volta asportato il metallo morto, il filo e' dritto e cosi' deve essere quando andate a comprare un rasoio vintage.
Seppur molata e ridotta nel corso degli anni, la lama del rasoio deve presentare la stessa geometria impostata in fabbrica.

Le lame con forme "arabeggianti" tipo questa
sono piu' difficili da affilare, consiglio di usare un movimento a X continuo e sistematico per tutta la durata dell'affilatura, dalla pietra meno fine alla piu' fine.

Per quanto concerne la presenza di ruggine, sappiate che le macchie nere di ossido difficilmentesi tolgono ma raramente rappresentano un problema.
Le macchie di ruggine si possono togliere e rimando,a tal proposito, al seguente tutorial

viewtopic.php?f=25&t=287

Il "pitting" invece è il vero nemico dell'acciaio.Si presenta sottoforma di un tipo di ruggine con tanti buchini ravvicinati la cui profondità è impossibile da stabilire ed è progressiva.
La causa sovente e' l'uso irresponsabile come disinfettante della tintura di iodio su tale acciaio che ne altera la struttura chimica.
Nei casi piu' gravi questa ruggine passa da un lato all'altro la lama, bruciando letteralmente il carbonio e facendole perdere consistenza.
Si raccomanda di non comprare tali rasoi e, nel caso avessimo comprato un rasoio del genere,lasciarlo in disparte o buttarlo perchè tale ruggine trasmigra nell'aria infettando come un cancro anche gli acciai degli altri rasoi.
Sarebbe piu' sicuro buttare anche la scatola di un rasoio cosi' infettato e di non salvare neppure il manico.


Dove comprare rasoi

Convenzione Preattoni

Pietre per la manutenzione del rasoio

viewtopic.php?f=28&t=278

Link Esterno (già tradotto)

The End
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5319
Images: 4796
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda ascaso » 30/07/2012, 19:44

Ciao a tutti,

sono Luca e sono di Sestri, in quel di Genova.
Anni fa ,sono rimasto folgorato sulla via di Damasco ( :D ) dai mano libera (dai vecchi della mia famiglia chiamati Marsigliesi, giusto o sbagliato che fosse).
Già da sbarbatello, mi fermavo davanti alle tante coltellerie che si trovavano a Genova (ormai molte non ci sono più :( ) per ammirarli.
Ieri ho incontrato per caso questo Forum e ho cominciato a leggere (poco alla volta perchè il materiale è davvero tantissimo :shock: )
I miei complimenti !
Ho deciso di comprarne uno e farne l'uso che merita: tagliare via la mia barbaccia ispida.
Certo, ma quale.
Sicuramente deve avere una lama di qualità ed essere bello (ovvietà delle ovvietà).
Ho letto che Aldebaran parlava di un artigiano tedesco: Wacker e ho cercato il sito.
L'ho trovato e ... mamma mia l'Art 1015 - Red Head è davvero bello sommato al fatto che è frutto di un lavoro artigianale ...
Io soffro della malattia del colpo di fulmine. E' successo con mia moglie e, anche se non è la stessa cosa (se mi sentisse la mia metà :roll: ) anche per l'ampli OTL, per la mia motoretta e per un sacco di altre cose. Sta succedendo anche per il Red Head :oops:
Ora, lo so sono appena arrivato, non ho mai usato un rasoio come si deve e comincio già a rompere ma, che dite è da comprare per un principiante come me ????
Sapete io sono monogamo: il primo è per sempre :D

Grazie a tutti in anticipo e ciao
Avatar utente
ascaso
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 30/07/2012, 18:55
Località: Sestri (Genova)

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Aldebaran » 30/07/2012, 22:11

Benvenuto nel forum.Io ti consiglierei di non partire subito con un Wacker.Non puoi sapere se comunque la rasatura col manolibera ti piacerà o meno;va bene il colpo di fulmine ma un rapporto con una persona o una cosa si deve consolidare nel tempo per durare.Il rasoio a mano libera si deve imparare ad usarlo,scoramellarlo e affilarlo su pietra.Si compiono vari errori durante questi processi di apprendimento e almeno se accade l'irreparabile non avrai speso piu' di tanto.I Wacker(s) sono rasoi artigianali,di solito si comprano alla fine di un percorso formativo.
Abbiamo instaurato con questo forum un collegamento con i Professionisti per fornire agli utenti appena arrivati strumenti validi,al prezzo piu' basso possibile e affilati
viewtopic.php?f=66&t=1381
altrimenti c'è il mercatino dove però ora non vi sono rasoi presenti.
viewforum.php?f=66
buona navigazione.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5319
Images: 4796
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda ascaso » 30/07/2012, 22:26

Grazie del benvenuto e dei consigli.

E' giustissimo quello che scrivi.
Però, ho paura che dopo qualche mese con un rasoio, so già che lo cambierò mi conosco.
... è che sono compulsivo :oops:


Da quando ho scritto il messaggio ho continuato a leggere e ho visto i rasoi Medusa :D :shock: :D

Anche quelli Nippo, che mi sembrano un pò meno difficili da usare (ho visto il video da RasurPur), almeno così mi pare: sbaglio :oops:

Grazie ancora.

Luca
Avatar utente
ascaso
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 30/07/2012, 18:55
Località: Sestri (Genova)

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Aldebaran » 30/07/2012, 23:06

A maggior ragione,se sei compulsivo, secondo me non dovresti comprare un rasoio troppo costoso.Rivendendolo dopo troppo poco tempo senza essertelo neppure goduto oppure averlo affilato male rovinandolo,ci smeneresti troppi soldi.Purtroppo la compulsività non si sposa bene con l'utilizzo del manolibera,non ti godresti nulla di questa passione e spenderesti un botto.I nostri rasoi Medusa vengono venduti shave-ready.I Jap son piu' facili da usare ma da riaffilare forse non tanto per chi è alle prime armi.Sono artigianali,vale il discorso precedente.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5319
Images: 4796
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Alexandros » 30/07/2012, 23:34

Ciao Luca e benvenuto sul forum, :D
posso confermarti che quanto detto da Aldebaran è la soluzione migliore per chi voglia iniziare con la rasatura tradizionale e il Mano Libera.
Oltre a possedere un rasoio ben affilato (che è la parte + semplice) bisogna acquisire una certa destrezza nel maneggiare il rasoio e questo si impara solamente con la pratica....
Per me è diventata una passione (anche dal punto di vista collezionistico) ma non è detto che per tutti sia così!
perciò per iniziare prendi un rasoio che non sia un Top di gamma (come un Wacker appunto) .....andrai a spendere non + di una novantina di euro.....

ti consiglio di tenere d'occhio anche il mercatino nei prossimi giorni..... ;)
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1689
Images: 961
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda ascaso » 31/07/2012, 7:14

Grazie Aldebaran e Alexandros.
Ci ragiono.
Intanto aspetto le novità sul mercatino (Alexandros ;) gradito MP se non è proibito dalle regole del forum :oops: )

Buona giornata.
Avatar utente
ascaso
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 30/07/2012, 18:55
Località: Sestri (Genova)

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda ascaso » 31/07/2012, 21:06

Ci ho riflettuto un pò su, sgridatemi se sbaglio riassumo i miei ragionamenti:

capitolo spesa: +o- 90 euro per un rasoio buono ma commerciale
se non ho letto male 110 euro per il base Jap Medusa (se di base per i Medusa si può parlare, sono dei gioielli)
la bilancia è tutta a favore del Medusa (visto anche il Damasco Medusa venduto ieri a poco di più)

capitolo affilatura: vero io non ne so assolutamente nulla e se mi cimentassi senza aver imparato farei dei danni.
Su un pezzo di alto artgianatao sarebbe ancora più un peccato.
Ma ogni quanto tempo si deve affilare ? Se, tiro ad indovinare, ogni 2 mesi mi appoggio a Medusa e vado sull'ultra sicuro spendendo il giusto per un risultato
certo.
Nel frattempo, leggo, guardo video e se qualcuno del forum delle mi parti è magnanimo, guardo dal vivo e imparo.
Anche qui, la bilancia sembra pendere a favore del Medusa.

capitolo manutenzione ordinaria: qui forse è più semplice e leggendo e guardando i video, anche io riesco a fare pochi danni.
Il mio Merkur a lamette che ho da qualche anno, sembra nuovo. Lo so non è la stessa cosa ma ci metto di più a pulirlo e ad asciugarlo per bene che
a tagliare via la barba.

Ho scritto tante stupidaggini ? Se si scusate e vi prego di darmi la vostra opinione.

Ciao.

Luca
Avatar utente
ascaso
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 30/07/2012, 18:55
Località: Sestri (Genova)

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Pignolo » 22/09/2012, 12:34

Ciao ragazzi, da ciò che leggo il Dovo 101 potrebbe essere la navescuola e utilizzando la splendida convenzione con la ditta Preattoni si potrebbe usufruire di uno sconto acquistando un prodotto Shave Ready. In un vecchio post a proposito del 101 Alexandros scriveva:
il filo però non è pronto all' uso (come tutti i Dovo nuovi)...direi che siamo intorno ad un 70%

il mio consiglio è farlo affilare da qualcuno del forum per la prima volta....poi successivamente potrai acquistare le pietre e provvedere da solo all' affilatura...
inoltre Aldebaran scriveva:
Il dovo 101, o best quality, che dir si voglia, come altri dovo di nuova fabbricazione ha un bevel impostato maluccio di fabbrica, troppo "grosso" e in evidenza.
Ho dovuto molare il rasoio di paloma perchè rovinato e gli ho sistemato quindi anche questo difetto.


Pertanto secondo voi sarebbe il caso, ovviamente dopo l'acquisto, di farlo affilare comunque da qualcuno del forum o basterebbe l'intervento di Preattoni?

Molte grazie per i consigli.
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Bushdoctor » 22/09/2012, 14:05

Credo che se lo dai nelle mani di chi conosce già i difetti di questi rasoi ed è intervenuto con successo in passato , non ti sbagli. Poi può darsi che anche Preattoni possa farlo, ma credo si rivolga alla stessa persona.
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2840
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Alexandros » 22/09/2012, 14:12

Acquistando un rasoio a mano libera dal negozio di Preattoni altre lo sconto per gli iscritti al forum cè già compreso nel prezzo il servizio di affilatura su pietra.....
questo significa che il rasoio acquistato sarà già stato controllato (verifica di assenza di difetti di fabbricazione/geometrie) e sarà pronto per radere senza alcun altro intervento...

Il dovo 101 è stato primo rasoio di molti utenti...ha un costo moderato e un buon acciaio...e nel caso si dovesse abbandonare la strada della rasatura tradizionale non avrete speso un capitale....

se invece interessa il vintage allora bisogna tenere d'occhio le inserzioni del mercatino del Forum. :D
viewforum.php?f=66

ricordo inoltre che la coramella è un accessorio fondamentale/obblgatorio e bisognerà acquistarla assieme al rasoio:
viewtopic.php?f=62&t=520
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1689
Images: 961
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Bruconiglio » 22/09/2012, 14:51

Alexandros ha scritto:ricordo inoltre che la coramella è un accessorio fondamentale/obblgatorio e bisognerà acquistarla assieme al rasoio:
http://ilrasoio.com/viewtopic.php?f=62&t=520

La coramella non e' un accessorio e' tutt'uno con il rasoio. ;)
Anche per me il Dovo 101 da 6/8 e' stato il primo acquisto alcuni anni fa. Il mio aveva un filo perfetto e dopo 40 passate sulla coramella spaccava il classico capello. Lo uso tutt'ora e lo considero uno dei miei migliori rasoi.
Avatar utente
Bruconiglio
 
Messaggi: 1616
Images: 255
Iscritto il: 01/08/2012, 15:02
Località: Chieti

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Aldebaran » 22/09/2012, 19:47

I rasoi in vendita da Preattoni sono stati tutti affilati da me,potete stare tranquilli.Se c'è qualcosa che non va ne rispondo io,per qualsiasi cosa contattatemi.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5319
Images: 4796
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Pignolo » 23/09/2012, 0:58

Grazie mille a tutti per le tempestive e precise risposte. Procederò all'acquisto con serenità. Ora mi tocca contattare Paciccio per le info sull'indispensabile coramella.
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Pignolo » 23/09/2012, 13:09

Ciao a tutti.
Vi chiedo un ulteriore consiglio, non me ne vogliate... Se volessi fare un piccolo salto di qualità rispetto al Dovo 101 che mi consigliate? Purtroppo la pagina ecommerce di Preattoni non è momentaneamente disponibile. Sul forum ho letto pareri discordi sul Dovo 101 e ho pensato che forse spendendo un tantino in più potrei raggiungere il giusto compromesso. Grazie infinite
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Alexandros » 23/09/2012, 14:06

Ciao,
se vuoi spendere qualcosa in più e avere un rasoio di una fascia più alta allora io prenderei sicuramente questo Thiers Issard....
http://www.preattoni.it/negozio/index.p ... ct_id=1819

è una azienda Francese molto stimata e tutt' ora attiva nella produzione di spendidi Mano Libera
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1689
Images: 961
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Pignolo » 23/09/2012, 14:51

Grazie mille Alexandros, tu sì che mi dai lumi.
Che dimensione ha questo bel francese? Credo io debba prendere un 6/8 vero?
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Aldebaran » 23/09/2012, 17:57

Il rasoio special choiffeur 1937 linkato da Alexandros è effettivamente un 6/8 e costa,con lo sconto euro 89,25 .
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5319
Images: 4796
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Pignolo » 23/09/2012, 18:43

Grazie Albebaran!!!
Ovviamente essendo all'asciutto sull'argomento seguo pedissequamente le vostre istruzioni e purtroppo vi rompo le scatole come tutti i pivelli. Nel forum non sono riuscito a trovare impressioni di rasatura su quest'ultimo, tu che sei un eminenza in materia me lo consiglieresti? C'è altro più affidabile su quella fascia di prezzo? Che sò ho visto sul sito http://www.thiers-issard.co.uk/ per esempio Le Dandy e non mi sembrava molto più caro. L'ignoranza è una brutta bestia ne sono consapevole. Se la discussione diventa inutile per gli appartenenti al forum chiedo venia.
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Alexandros » 23/09/2012, 19:31

Ciao Pignolo,
i rasoi che hai citato sono entrambi sullla stessa fascia di qualità,produttore, acciaio e altezza di lama (6/8), praticamente sono uguali con la differenza che il Dandy costa 132 euro contro gli 89 dello Special con lo sconto da Preattoni.....

Ricorda che all'inizio non è sufficiente avere un rasoio per radersi, (seppure bello e affilato) ma è indispensabile apprendere una certa destrezza nel maneggiarlo che solo con la pratica potrai acquisire.

Quando avrai acquisito una certa disinvoltura nell 'uso allora potrai cercare e trovare bellissimi rasoi di svariati produttori e prezzi (e ce ne sono credimi)

buona spesa!!
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1689
Images: 961
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Pignolo » 23/09/2012, 19:49

E' vero Alexandros hai ragione, ce ne sono... dopo che ho dato uno sguardo alla tua collezione e a quelle di altri utenti mi sono praticamente innamorato dell'oggetto in quanto tale. Poi il mio vecchio amore per la Spagna, che ho frequentato per anni, mi porta ad essere attratto dai Filarmonica, ma questa è un'altra storia visto che occorre prima mestiere e solo in un successivo momento si può appagare il gusto estetico.

Vedi in un secondo mi hai detto che il dandy sarebbe comunque stato un acquisto sciocco e di questo te ne sono grato - credo fermamente che la conoscenza sia sempre l'arma vincente. Questo sì che è un forum!

Grazie ancora, domani mi metterò all'opera per l'acquisto.
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Bushdoctor » 23/09/2012, 20:08

Aggiungo a quello che ti ha detto Alexandros, riguardo " è indispensabile apprendere una certa destrezza" che se sei alla/e prime esperienze con il mano libera, ti consiglio di imparare a raderti con entrambe le mani, ovvero mano sinistra per il lato sinistro e mano destra per il destro. Lo so, la mia prima volta mi tremava la mano come se avessi il Parkinson e mi sono procurato qualche taglietto, ma già dopo poche rasate avevo acquisito maggior destrezza. Mi ringrazierai . Buon shopping.
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2840
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Pignolo » 23/09/2012, 20:25

Grazie mille del consiglio Bushdoctor. Ho provato a farlo con lo Shavette e devo dire che è andata bene. Con il surrogato dell'ML vado avanti da anni seppur non con una certa assiduità e me la cavicchio, insomma non mi taglio anche se spesso facendo diecimila passate irrito il collo. Mi ci diverto il week end. Ma se va con l'ML si sposterà la sveglia la mattina. Un salutone e se hai provato i rasoi precedentemente menzionati dammi qualche notizia, sono un malato delle recensioni. Thanks
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Bushdoctor » 23/09/2012, 20:30

Purtroppo non ti posso aiutare sui rasoi, io uso vintage e per quel che riguarda le recensioni, il mio forte sono le pietre naturali, dove sto dando il mio contributo a formare il miglior database di tutti i tempi. :mrgreen:
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2840
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Guida all'acquisto del rasoio a mano libera

Messaggioda Pignolo » 23/09/2012, 21:04

Grandeee!!!
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma
PrecedenteProssimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti