Restauro: giornale di cantiere....

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Sostienici

Sponsor
 

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 14/08/2014, 20:05

bertz ha scritto:splendido splendente :P
un dubbio maramaldo,che senso ha che il manico abbia spaziatore ed alloggiamento per la lama visto che data la misura ovviamente non puo' accoglierla ? I vecchi artigiani inglesi usavano forse il manico pieno ?

No era come questo (vedi il mio settimanale John Barber) per permettere l'articolazione del codolo anche se non può alloggiare la lama
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Bushdoctor » 14/08/2014, 21:22

Che lavoro... :shock: :shock: :shock: Il manico in tartaruga è splendido e rende onore alle lame, quel codolo invece è impagabile, nemmeno con Mastercard. :lol: :lol: :lol:
Complimenti ad entrambi ! ;)
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2669
Images: 450
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda paciccio » 14/08/2014, 23:37

Complimentoni!
come sempre hai recuperato un pezzo di storia!
Chissà quando il "Piero Angela" del 3000 entrerà in casa tua... riuscirà a fare due episodi, aprendo un solo mobiletto :D :D :D
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«senza luce la foto non esiste!!!» csd949
My SOTD on Instagram
Avatar utente
paciccio
 
Messaggi: 4853
Images: 1480
Iscritto il: 31/03/2010, 22:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda giancarlo_49 » 14/08/2014, 23:47

Un " bravo " a te ed uno a Emidio.
Sarei felice di poterli ammirare al prossimo incontro .
Io so di non sapere ( Socrate )
Avatar utente
giancarlo_49
 
Messaggi: 617
Images: 241
Iscritto il: 16/04/2010, 20:48
Località: Marina di San Nicola (RM)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 15/08/2014, 18:52

Ed eccoli al sicuro nel loro astuccio :D

Immagine
Immagine
Immagine
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 23/08/2014, 12:53

Un restauro facile facile per questa coppia di Stears of Leeds, cutler to the Duke of Cambridge, presi "al volo" sulla baia a un prezzo da vero Score.

Astuccio danneggiato (cerniera in pelle rotta e mancante dei due lati corti) ossido e graffi (pochi fortunatamente) su un paio di belle lame da 6/8" pieni, near wedge, sezione pentagonale allungata e dorso sfaccettato, manici e codoli in avorio (fratturati).

prima e dopo 8-)
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine

Immagine


Da una veloce ricerca risulta un Samuel Stears "Cutler to Duke of Cambridge" e "Umbrella maker to Her Majesty" attivo al 36 di Briggate a Leeds nel 1847 (Briggate è una delle più antiche vie di Leeds e da sempre tra le principali vie dello shopping, il suo nome significa "strada per il ponte" visto che termina al ponte sul fiume Aire)

Briggate e il ponte sull'Aire, 1849
Immagine
Briggate, 1851
Immagine
Briggate in un giorno di mercato del 1872
Immagine
Briggate, 1880
Immagine
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 26/08/2014, 19:04

Immagine

5kg di "ferri" vari perfetti per i futuri restauri :D compresa una piccola arkansas traslucent nella sua scatoletta di legno
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda PicklesMacCarthy » 13/09/2014, 14:40

Altus,l'astuccio dei Stears of leeds come hai fatto a tirarlo cosi' a lucido,visto le condizioni iniziali?Se non sono indiscreto ,ovviamente.
Cosa resta da dire?Ho fatto del mio meglio dall'inizio alla fine.Sono stato me stesso,quello che sono diventato,e con cio' basta.Avevo un cappio intorno al collo,ma le spalle le ho sempre avute libere.
Se vi interessa saperlo.
Long John Silver
Avatar utente
PicklesMacCarthy
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: 22/03/2011, 21:34
Località: Nord Adriatico/Golfo dei Veneziani

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 13/09/2014, 14:50

PicklesMacCarthy ha scritto:Altus,l'astuccio dei Stears of leeds come hai fatto a tirarlo cosi' a lucido,visto le condizioni iniziali?Se non sono indiscreto ,ovviamente.

Pulizia con apposite creme nutrienti per la pelle fino a rimuovere tutto lo sporco e ammorbidire la pele molto secca, integrazione con pezzi di pelle di colore simile cannibalizzati in un precedente restauro (non si butta mai nulla ;) ), lucidatura finale con crema neutra per pelli delicate. La doratura (fortunatamente) era rimasta protetta dalla patina di sudicio accumulata :D
Molto spesso la tanto decantata "patina del tempo" che tanto ammirava Ruskin è solo "sudiciume d'antiquariato". :lol:
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda PicklesMacCarthy » 13/09/2014, 14:55

Infatti mi aveva colpito oltre alla bellezza di tutto il kit,il fatto che la doratura fosse rimasta pressoche' intatta.Immagino che prima di iniziare la pulizia vera e propria tu abbia incominciato a nutrire la pelle per riportarla in condizioni accettabili,tali da sopportare sfregamenti vari.
Un gran bel lavoro,complimenti.
Cosa resta da dire?Ho fatto del mio meglio dall'inizio alla fine.Sono stato me stesso,quello che sono diventato,e con cio' basta.Avevo un cappio intorno al collo,ma le spalle le ho sempre avute libere.
Se vi interessa saperlo.
Long John Silver
Avatar utente
PicklesMacCarthy
 
Messaggi: 1550
Iscritto il: 22/03/2011, 21:34
Località: Nord Adriatico/Golfo dei Veneziani

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 27/09/2014, 19:30

Un'altra coppia in avorio entra ed esce rapidamente dal cantiere. Per fortuna serviva solo smontarli, pulirli e lucidare le lame impeccabili :D
Immagine
Immagine
Immagine

Inconsueto il micro barber notch (pensato probabilmente per estrarre la lama facendo leva con un unghia)

e già che c'ero ne ho approfittato per sostituire i pin con delle rosette bombate stile Impero a un paio di francesi di inizio '800
"Hoffmann à Chalons"
Immagine

"Pradier"
Immagine
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda ischiapp » 27/09/2014, 21:01

I gemelli sono di una finezza e pulizia nelle linee come pochi ho visto.
Esaltanti!! :D :D :D
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 12994
Images: 1915
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 06/10/2014, 18:06

IL RITORNO DELL'EMIGRANTE

Qualche tempo fa un amico del forum francese mi aveva scritto chiedendomi se avevo notizie di rasoi italiani punzonati "Maniago" avendone trovato un esemplare in un mercatino di Calais.
1821918220
Purtroppo per il momento ancora una fitta nebbia grava su questa produzione artigianale italiana :(
Poi a sorpresa l'amico Thibaut mi ha scritto che voleva regalarmi questo rasoio (che per la misura era un po' fuori dai suoi standard, nonostante fosse un ottimo acciaio) in modo che "l'emigrante tornasse in patria" :o

Così, dopo qualche giorno, questo shoulderless da 7/8", 3/4 hollow, manicato in osso, dorso sfaccettato e naso aerodinamico (che mi ha sedotto subito) approdava al cantiere.
Essendo shave ready non ho resistito al volerlo provare immediatamente e nonostante il peso degno di un W&B, ho trovato una lama capace di insospettate dolcezze.

La presenza di una vecchia frattura composta allo spaziatore e la necessità di pulire la zona pivot mi hanno convinto a smanicarlo per una cura approfondita durante il weekend. Poi, viste le dimensioni generose del manico e la forma della lama simile a quella della coppia Stears, decidevo di montare delle rondelle concentriche nello stile dei vecchi Sheffield.

182221822118223

Ora manca solo un breve giro sulle pietre per riprendere il filo che sicuramente ha perso il mordente durante il piccolo restauro
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Supermomo » 06/10/2014, 19:29

Bellissimo Altus, mi sono sempre chiesto come mai non avevo mai visto un rasoio di Maniago, ed eccolo qui, splendido ritrovamento e maestoso restauro!
Mandi Frus, da Massimo

Old Spice l'originale. Se tuo nonno non lo avesse usato, tu non esisteresti.
Avatar utente
Supermomo
Utente Attivo
Utente Attivo
 
Messaggi: 1229
Images: 359
Iscritto il: 18/05/2013, 15:29
Località: Pordenone

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda miscio » 06/10/2014, 21:47

Gran bel rasoio e ottimo restauro, come sempre ;)
miscio
 
Messaggi: 1136
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Bruconiglio » 08/10/2014, 7:28

Visitando questo argomento uno si aspetta di trovare centinaia di restauri :shock: e invece ... 8 pagine su 10 sono di meritatissimi complimenti :D
Aggiungo anche i miei ;)
Avatar utente
Bruconiglio
 
Messaggi: 1510
Images: 255
Iscritto il: 01/08/2012, 15:02
Località: Chieti

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 19/10/2014, 13:12

Alcuni rasoi non mi sembrano "finiti" se non quando hanno un loro astuccio dedicato ;) e l' "Hoffmann à Chalons" è uno di questi

1870318702


Contemporaneamente un 6/8" abbondanti, punta spagnola e manico in avorio della Joseph Rodgers esce dal cantiere per raggiungere il mio cassetto con l'obbligatoria sosta per la rasatura di oggi :D

prima
1869718698
dopo
18699
1870118700

Certi rasoi ti fanno capire immediatamente perché la J.Rodgers è stata la più rinomata ditta di Sheffield....
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Supermomo » 19/10/2014, 13:16

Quello che più colpisce sono le armonie delle forme! Spettacolo puro. Complimenti per i pin sul rasoio e sull'astuccio. Particolari moooolto ricercati
Mandi Frus, da Massimo

Old Spice l'originale. Se tuo nonno non lo avesse usato, tu non esisteresti.
Avatar utente
Supermomo
Utente Attivo
Utente Attivo
 
Messaggi: 1229
Images: 359
Iscritto il: 18/05/2013, 15:29
Località: Pordenone

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 19/11/2014, 19:43

Arrivati da poco e prontamente rimessi in servizio dopo il solito trattamento completo (smanicatura, lucidatura, affilatura delle lame - rigenerazione del cuoio - lucidatura dei manici):
Alex Clark m.f.g co - Welbeck, Sheffield c. 1898-1912

1918819189

(nelle foto sono ancora presenti i pin provvisori di lavorazione)
195521955319554

Ma la vera sorpresa - non visibile nelle foto e nel testo dell'annuncio originale - è stata scoprire sulla costa la scritta "The Prince of Wales Razor" ancora leggibile sia pure a fatica e che i due rasoi sono marchiati "1" e "2" in un ovale sul dorso.
Da tempo stavo proprio cercando un paio di rasoi così marchiati e fortuna o destino me li hanno serviti a sorpresa :lol: .

Dettagli sulla ditta Alexander Clark qui
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 17/12/2014, 21:35

La pausa forzata per lavoro e la preparazione degli starter kit ha creato un po' di accumulo nei restauri da iniziare e da finire :lol:

Immagine

William Webster (coppia) e Holborn
20247

Mitchell e Tornhill
20246

due sans crochet francesi: Blanc Degrey à Paris e anonimo 13/16"
20245

anonimo in corno fiammato e Rodgers in corno nero
20244

dulcis in fundo
1. G. Hawksley - W 4 Strand hardware manufacturer in London, 1820. 11/16"- wedge - codolo particolare - spanish point
2. Morrell - Burlington Arcade (London) 6/8"- wedge - barber notch c.1834
3. L. & Co. 6 - Cornhill (London) 11/16" faux frameback - near wedge
4. ? stub tail 5/8" c.1820
5. L.? S. S. & Sons - Strand (London) 11/16" - contropunta al tallone - wedge - dorso sfaccettato
20243

Un necessaire fine '800, cinghiale marrone - interni in camoscio
20250
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 20/12/2014, 20:34

Oggi giornata dedicata ai manici: due riparazioni su fratture al pivot con una nuova tecnica suggeritami dall'amico Poulpe del forum francese. Al posto della rondella incassata, due rinforzi a barretta longitudinale in acciaio, annegati nella plastica.
Poi, già che c'ero ho preparato le due guancette in tartaruga per il francese 13/16" Empire arrivato pochi giorni fa.
Come per il manico del settimanale, le due guancette sono state ricavate da un unico pezzo sezionato a mano lungo lo spessore ottenendo i due pezzi di 1-1,5mm di spessore con una trasparenza superba :D
Domani mi dedicherò allo spaziatore sempre in tartaruga e alla rifinitura.... e se il tempo migliora alle foto. :lol:
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Scimitarra » 21/12/2014, 0:56

Quale sistema ritieni migliore tra rondella e barretta, e perché?
Hai una foto della barretta annegata?
Avatar utente
Scimitarra
 
Messaggi: 559
Images: 194
Iscritto il: 29/01/2014, 2:25
Località: [VE] Mestre

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 21/12/2014, 13:13

20336
in teoria questa riparazione dovrebbe essere più robusta di quella a rondella ma in realtà tutto dipende da quanto riesce ad aggrappare la colla sulla plastica (variabile da manico a manico a seconda della plastica utilizzata). Certamente è più semplice da realizzare, mentre continuo a preferire quella a rondella (meno visibile) sui manici antichi in materiali naturali come il corno.



2033520334
ecco le lastrine di tartaruga appena sbozzate per un classico manico Empire
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 23/12/2014, 19:32

Terminato il manico in tartaruga stile "Premiere Empire" per una lama di "anonimo" francese (punzone semicancellato), databile verso il 1810-1820.
Nonostante lo spessore della tartaruga non superi 1,5mm nei punti più spessi è abbastanza rigido. Lo spaziatore è sempre in tartaruga e le rosette questa volta sono in metallo argentato per richiamare il colore dell'acciaio.
Come già scritto, le due guancette sono state ricavate da un unico pezzo sezionato (affettato :lol: ) lungo lo spessore con un seghetto da orefice e una buona dose dell'immancabile pazienza 8-)

204012040220403

Domani affilatura e così ho il mio rasoio per la mattina di Natale 8-) :D

dimenticavo :lol: la foto pre-intervento:
20245

(quello sopra è un altro attualmente in restauro)
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2574
Images: 1816
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda ura » 24/12/2014, 1:58

Come sempre uno spettacolo per gli occhi.
Avatar utente
ura
 
Messaggi: 876
Images: 18
Iscritto il: 29/05/2011, 22:01
Località: Pavia
PrecedenteProssimo

Torna a Manutenzione & Restauro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite