Restauro: giornale di cantiere....

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Sostienici

Sponsor
 

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 07/08/2013, 22:35

Un restauro "difficile"
Un amico del forum mi ha affidato questo Sheffield da "rimettere in strada"
un Pinder, quasi wedge, 11/16" punta spike (detta anche irish o french point) spaziatore in piombo, nessuna zigrinatura (jimps). Penso in origine fosse un wedge 6/8" poi rimolato e ho qualche dubbio anche sulla forma della punta originale, a causa di una distanza eccessiva tra lo spaziatore e la lama a rasoio chiuso.
5932 5936
Il restauro della lama non ha comportato grossi problemi per eliminare, patina, ossido e rigature lasciate dalla precedente molatura e con una spazzola di fibra plastica sul dremel abbastanza sottile da passare senza toccare le guancette sono riuscito a levare l'ossido anche dalla zona del pivot senza smanicarlo
593359345935
I problemi sono sorti al momento di affilarlo....
La precedente molatura "artigianale"(fatta presumo per dare un minimo di concavità alla lama wedge) oltre a lasciare delle vistose rigature sulla lama, ne ha anche alterato brutalmente la geometria. Il dorso presenta uno spessore irregolare che tra il tallone e la punta perde un buon mezzo millimetro (circa 1/7 dello spessore) e quasi tutto da un lato solo, a cui va aggiunto il consumo della lama in punta che lo porta ad essere un po' "sorridente" (anche se solo a mezza bocca :lol: ). E infatti il bevel si presentava di ampiezza irregolare.
Affilandolo da un lato appoggia abbastanza bene sulla pietra e con un movimento "a virgola" (o rolling X) si riesce a ottenere un bevel uniforme anche in punta, mentre sull'altro lato occorre anche variare la pressione e modificare l'appoggio durante la passata arrivando nella zona della punta. Dopo l'impostazione sulla Candia, la finitura è stata fatta in parte sulla belga da 4 cm e in parte con ritocchi "a zona" su una piccola belga da 2cm.
Dopo una prima affilatura insoddisfacente nonostante l'uso di diversi spessori di nastro sulla costa (e conseguente eliminazione del filo sul bordo di un bicchiere) ho deciso di provare una sequenza "eretica". Ho lasciato solo uno strato di nastro su tutta la spina per non usurarla ulteriormente e sono tornato sulle pietre, affidando a pressione e inclinazione del polso il compito di compensare i problemi di geometria.
La sequenza è stata quindi: Candia con slurry di Candia - lavaggio pietra - Candia con slurry di belga blu in diluizione progressiva - Belga gialla larga con slurry in diluizione progressiva - Belga gialla stretta sulla zona della punta e del tallone - Schwedenstein appena inumidita per terminare - coramella scamosciata - coramella cuoio .
A quel punto il rasoio si è arreso e ha "concesso" una rasatura accettabile (ma non al livello a cui mi hanno ormai abituato gli Sheffield :( ) ma comunque i problemi di questa lama potranno essere risolti solo con un ripristino (se possibile) delle corrette geometrie.
Ultima modifica di altus il 10/08/2013, 21:02, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 09/08/2013, 17:52

Terminato un lotto di tipici astucci francesi della prima metà del '900, restaurati e destinati al mercatino del forum ;)
594859495950
Come i precedenti, finiti a gommalacca e cera, interno in vellutino blu, dot a scelta in abalone iridescente o madreperla bianca, con o senza cuoio sul coperchio.
Ultima modifica di altus il 09/08/2013, 21:58, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda ischiapp » 09/08/2013, 22:16

altus ha scritto:Come i precedenti, finiti a gommalacca e cera, interno in vellutino blu, dot a scelta in abalone iridescente o madreperla bianca, con o senza cuoio sul coperchio.
Vivissimi complimenti.
Uno spettacolo di prima bellezza.
Ma il cuoio è amovibile? O sono due set? :oops:
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 14346
Images: 2207
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 09/08/2013, 22:25

ischiapp ha scritto:Ma il cuoio è amovibile? O sono due set?

l cuoio sarà fissato sul coperchio (come in origine) su richiesta, sotto c'è in ogni caso.
Su quelle restaurate precedentemente che ho tenuto per la collezione io ho preferito lasciare il legno del coperchio a vista.

Comunque per tutti i dettagli domani farò un post nel mercatino.
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda paciccio » 10/08/2013, 11:05

Mi ero perso questo aggiornamento!
Altus sei mitico!
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«senza luce la foto non esiste!!!» csd949
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura
My SOTD on Instagram
Avatar utente
paciccio
 
Messaggi: 5465
Images: 1689
Iscritto il: 31/03/2010, 22:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Bushdoctor » 10/08/2013, 15:23

I lavori di Altus, sorprendono sempre più, per maestria nell'esecuzione e gusto raffinato nel riportare in vita, oggetti, dai più, bistrattati. Complimenti. ;)
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2840
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 22/08/2013, 17:29

Passato Ferragosto... si riapre il cantiere :lol:

Fontenille 134 wedge barber notch
Una bella lama piena da 7/8 che di pietre non deve averne viste molte :D
6219

Lucidarla ha richiesto una dose abbondante di Elbow Oil, ma alla fine... 8-) A quel punto non ho resistito a un piccolo intarsio di abalone paua nel manico (lucidatura da terminare)
62216220

Anche il Veritable Couzon 63 "Special peau sensible", già rivelatosi un ottimo rasoio, alla fine ha trovato nel manico "à torchòn" il giusto complemento al dorso "guilloché" ed è pronto a tornare sulle pietre per poi rintanarsi in un "etui plumier" ben più adatto dell'ammuffito astuccio di cartone con cui è arrivato fino a me :lol:
5719
5721 6222
5722 6224
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 08/09/2013, 13:41

Ricominciano gli arrivi :lol:
Un paio di square point 5/8" dagli USA, destinati alla sezione celluloide decorata.
6498
Attesi per circa un mese, hanno dribblato la dogana :D grazie agli ozi ferragostani del personale :lol:
Gìà ora sono dei rasoi "mordaci", la punta square assieme a una concavità pronunciata è da considerarsi a "alto rischio" :lol: :lol:
Parzialmente lucidati, hanno ancora bisogno di un ripasso con micromesh 4000-12000, prima di passare all'affilatura.

Lindsay "True Blue" - inizio '900, 5/8", extra hollow, square point con piccolo notch, manico e codolo in celluloide
James C. Lindsay Hardware Co. Pittsburg, Pa. - attiva dal 1886 al 1926
650265036505


H Sears & Co. "1865" - inizio '900, 5/8", full hollow, square point, manico in celluloide
Fondata nel 1865 da Henry Sears a Rockford, Illinois, attiva nel settore della coltelleria e dell'importazione.
Nel 1878 Edward B. Sears affianca il padre nel commercio, nel 1879 il marchio del settore coltelleria fu cambiato in H. Sears Mfg.Co. e dopo il 1883 la ditta fu rinominata Henry Sears & Son.
Dal 1879 al 1881, la Henry Sears Manufacturing Company operò in una fabbrica a Middlebury, Connecticut. Questa fabbrica è stata o trasferita in Illinois o chiusa dal 1881.
L'azienda è stata poi trasferita nel 1885 a Chicago, ma Henry Sears mantenne una residenza a Rockford (Illinois).
Circa una decina di anni dopo, nel 1897, la famiglia Sears cedette l'azienda, così come tutti i diritti sul nome Henry Sears & Son, a Farwell Ozmun Kirk & Company, un importante grossista di ferramenta con sede a Saint Paul, Minnesota. Da allora "HENRY SEARS 1865" è stato il marchio utilizzato sulla linea principale di coltelleria venduta da Farwell
650064996501
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 08/09/2013, 18:46

Terminato oggi anche il restauro della seconda coppia di "Keen" Butler e già che c'ero ho fatto l' inlay in osso che mancava sul coperchio dell'astuccio (probabilmente c'era una placchetta in ottone con nome o iniziali del proprietario, ma mi sembrava più indicato l'osso...)
6352
652265236521
Purtroppo le lame erano fortemente consumate e le spine massacrate da lunghi utilizzi e cattive affilature.... :(
La cosa era stata prevista vedendo le foto dell'annuncio, ma poi uno ci spera sempre... :lol:
D'altronde astuccio in rovere e coppia di manici in avorio valevano comunque l'acquisto, per ora li terrò così assieme ai loro fratelli maggiori, poi magari in futuro troverò delle lame che meritano maggiormente questi manici in avorio ;)
65196520
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 21/09/2013, 0:38

Con tutti i nuovi arrivi il cantiere è obbligato agli straordinari notturni :lol:
6824
Le lime diamantate curve che mi hanno consegnato oggi sono perfette per la pulizia nella zona del perno senza dover smanicare.

E aspettando il rifornimento di micromesh (il farfallone, dopo una veloce passata con la 800, verrà restaurato solo con quelle) ho approfittato dei tempi morti per fargli un astuccio a misura foderato con una vecchio pezzo di broccato rosso e blu.
Ultima modifica di altus il 30/10/2013, 15:02, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Burton » 21/09/2013, 0:47

Caro Altus hai le mani d'oro ;) ;)
Avatar utente
Burton
 
Messaggi: 1605
Images: 52
Iscritto il: 14/09/2012, 11:24
Località: Pescara

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 25/09/2013, 19:28

Dopo alcuni giorni dedicati alla spremitura dell'olio di gomito :lol: ecco i due vecchietti ormai in dirittura d'arrivo


Matlock Westminster bilama - ancora un po' di patina da eliminare con le micromesh ma già vicino al mirror finish, e il suo astuccio con un piccolo fregio in argento per cammuffare la vite/pivot
689168866887
68886889

Mericant Valle à Paris - ancora del pitting residuo e qualche traccia di staining destinati a svanire nella prossima sessione di lifting
68716890

La parte più difficile? la pulizia del bordo delle rondelle... ci ho perso più di un'ora per non graffiare l'osso e l'avorio :lol:
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda paciccio » 25/09/2013, 21:13

:shock: :shock: :shock:
Bellissimo lavoro!!!
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«senza luce la foto non esiste!!!» csd949
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura
My SOTD on Instagram
Avatar utente
paciccio
 
Messaggi: 5465
Images: 1689
Iscritto il: 31/03/2010, 22:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda manfro66 » 25/09/2013, 22:27

Altus....chapeau! Tra poco ti arriverà un bel Frederick Reynolds...continua a chiedermi di te e dei tuoi abrasivi massaggi!
è tanto più facile ricambiare l'offesa che il beneficio, perché la gratitudine pesa mentre la vendetta reca profitto.
Avatar utente
manfro66
 
Messaggi: 385
Images: 154
Iscritto il: 18/05/2013, 21:24
Località: Milano

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 25/09/2013, 23:09

Un paziente nobile e dall'accento inglese lo si accoglie sempre a braccia aperte :lol: il fisioterapista lo ha già messo in agenda per il trattamento intensivo completo ;)
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Bushdoctor » 26/09/2013, 18:45

Grande Altus, restauri impeccabili, si vede tutta la dedizione che metti nei tuoi lavori.
Superlativo!
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2840
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 04/10/2013, 19:14

Dal "reparto rianimazione" i pazienti appena entrati in terapia di primo intervento:lol:
7150
dall'alto:
Manufacture Francaise d'Armes et Cycles de St.Etienne "Etoile" - rasoir baguette 13/16"
IC Viccent Garanti - 13/16" wedge
"... Jne a Paris" - 11/16" near wedge
Eugenio Hoppe Solingen 14 "Aevos" - 13/16", punta modificata da square a semi-round
Butler Keen Razor N°0 - 11/16"
Thiers Issard 69 "Special Barbes Dures" - 5/8" (in origine un 6/8) incisione molto debole
Anonimo "Qualité speciale 1927 LTD" - 5/8" (in origine un 6/8) acidatura molto debole

i relativi manici in corno stanno marinando sott'olio in attesa di ricongiungimento :lol:
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda ischiapp » 04/10/2013, 20:38

Bello l'Eugenio Hoppe.
Molto particolare.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 14346
Images: 2207
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 04/10/2013, 20:47

A volte gli incidenti creano strani e nuovi profili :lol:
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 07/10/2013, 16:20

Un'altra farfalla arrivata nel mio giardino :D
6892
dopo un primo intervento con micromesh 1500->3600 per levare il grosso
7222
domani affronterà le micromesh da 4000 a 12000 e poi dolcemente andrà a posarsi sulle pietre :lol:
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 17/10/2013, 18:23

La seconda farfalla ora dorme nella sua lignea crisalide :lol: in attesa di affrontare le pietre.
prima 6892 e ora 7482
74807481

Nel frattempo è arrivata la terza bisognosa di un intervento profondo
7283
dopo una prima passata con il bisturi a rimuovere la crosta di ossido rosso scopro che il pitting non è profondo :D la crosta di ruggine ha ridotto l'aggressione sul metallo isolandolo parzialmente
7483
continuando sulla seconda lama dopo aver anche rettificato il filo seghettato
7484
domani inizieranno a lavorare le carte abrasive per togliere il nero residuo.

In questi giorni però il laboratorio non è rimasto fermo :lol: un amico del forum mi ha portato il suo Boker Edelweiss era precipitato nel lavabo procurandosi una brutta frattura (gli stand verticali fanno sì ammirare il rasoio, ma sono quanto di più pericoloso ci siano ;) ) .
Scartata la soluzione di una sostituzione del manico con uno in corno o plastica (il rasoio era stato scelto proprio per il suo candido manico in osso) e rinviata come opzione di riserva il rifacimento ex-novo della guancetta spezzata, ho deciso di tentare la ricostruzione, visto che allo smontaggio la frattura era totale ma senza parti mancanti.
A scanso di incidenti alle dita e danni alla lama, questa per prima cosa è stata rivestita di nastro di carta per poi proseguire con l'eliminazione del perno e la separazione dello spaziatore.
7485
incollaggio con morsa di carta 7486
incollaggio dello spaziatore 7489

Purtroppo andando a ribattere il perno per chiudere il manico, l'incollaggio a resina epossidica bicomponente tendeva a riaprirsi. :evil:
La soluzione (dopo un secondo incollaggio) è stata fare uno spessore in cuoio dell'esatta misura dello spazio tra le guancette e fasciare il tutto strettamente con il nastro di carta in modo che venissero compensate le tensioni create dal delicato martellamento del pin (martello da orefice a testa tonda da 45gr). Operazione durata moltissimo rispetto alla norma, pareva che martellassi una spoletta innescata :lol:
Fortunatamente lo spaziatore ha i lati paralleli (semplificazione industriale contemporanea) che quindi non obbliga a una tensione delle guancette come capita con i vintage che lo hanno a sezione trapezoidale (soluzione in cambio molto più elegante :lol: ).
In questo modo sono riuscito a ribattere il pin senza problemi.
Poi la lucidatura finale con le lime diamantate e le micromesh
74877488
che lascia comunque una linea di frattura, linea che ricorderà sempre all'amico che i momenti di distrazione costano cari :lol:
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Bushdoctor » 17/10/2013, 18:53

Nice job, ben fatto. Come sempre,complimenti.
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2840
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Alexandros » 17/10/2013, 21:52

Ottimo lavoro Altus!,
è sempre brigoso intervenire su manici rotti sui pin...non sai mai se terrà o meno quando martelli il perno! Bella pensata quella dello spessore in cuoio!
Confermo che gli spaziatori dei vintage a sezione trapezioidale sono molto più belli di quelli piatti.
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1689
Images: 961
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda manfro66 » 18/10/2013, 0:35

Complimenti anche da parte mia, riesci sempre a donare nuova vita ai rasoi su cui poggi le tue manine sante. Speriamo che, dopo il Boker Edelweiss, sia il turno di un bello Sheffield...un Franckie Reynolds magari ?! :twisted:
è tanto più facile ricambiare l'offesa che il beneficio, perché la gratitudine pesa mentre la vendetta reca profitto.
Avatar utente
manfro66
 
Messaggi: 385
Images: 154
Iscritto il: 18/05/2013, 21:24
Località: Milano

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 19/10/2013, 18:12

Oggi giornata dedicata ad affilare i francesi arrivati durante la settimana.
http://www.ilrasoio.com/viewtopic.php?f=24&t=1427&start=725#p36213
http://www.ilrasoio.com/viewtopic.php?f=24&t=1427&start=725#p36335
Acciai morbidi, si affilano praticamente da soli nonostante siano dei wedge smile :D ben diversi dai francesi contemporanei :lol: e al test finale sulla faccia si rivelano dolci come i migliori Sheffield :D
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2915
Images: 2093
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma
PrecedenteProssimo

Torna a Manutenzione & Restauro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti