Guida (incompleta) alle spedizioni

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Guida (incompleta) alle spedizioni

Sostienici

Sponsor
 

Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda james » 20/07/2010, 23:29

Guida (incompleta) alle spedizioni

Disclaimer: Questa guida non ha alcuna pretesa di essere assolutamente completa o di rappresentare la verità assoluta, perdipiù in un ambito dove molto è lasciato al caso o all'umore di funzionari e postini. Le informazioni raccolte sono reperibili anche su Internet, il resto deriva da esperienze personali e di altri dopo qualche anno di acquisti online

1. Spedire e Ricevere in Italia

Mi permetto in questa sede di spezzare una bandiera in favore delle Poste Italiane, da troppi odiate, spesso ingiustamente. Gli episodi negativi sono quelli che si ricordano e si raccontano, mentre quando si rimane soddisfatti certamente non lo si racconta in giro; questo contribuisce nel tempo ad alimentare la pessima fama del servizio postale pubblico (che, tra l'altro, non è più tanto pubblico). In realtà, supportato da un'ampia casistica, posso dire che il servizio funziona; in genere, non c'è nulla da temere ad affidare alle Poste i propri rasoi.
Gli episodi spiacevoli certamente si verificano, sono capitati a me come ad altri frequentatori di questo forum, ma sono abbastanza rari.

Alcuni consigli:
-L'anello debole della catena spesso risulta essere l'ultimo, cioè la consegna a domicilio: pacchi perduti, lasciati in strada, rimandati al mittente senza motivo. Le grandi città in genere sono "peggiori" da questo punto di vista e alcune zone peggio di altre. Questo è vero anche per alcuni corrieri espresso. Purtroppo su questo aspetto non si può agire in alcun modo; conviene conoscere il postino, eventualmente dopo avere scoperto che è sempre lo stesso e che pare affidabile, ci si fiderà di più.
-Il metodo migliore per spedire in Italia è probabilmente la Raccomandata 1. La Raccomandata "normale" negli ultimi anni è diventata sempre più lenta. La Raccomandata "1" invece, impiega quasi sempre 1 giorno come dichiarato; ricordare che le raccomandate vengono spedite solitamente entro le 13, quindi quelle portate in posta al pomeriggio partiranno il giorno dopo... Ricordare comunque che con la Raccomandata 1 non sarebbe possibile spedire oggetti ma solo documenti; quando si appone la propria firma sul foglietto da compilare si dichiara di accettare anche questa condizione. Può quindi capitare che solerti impiegati si rifiutino di spedire il vostro pacco con R1 dopo aver constatato che evidentemente non contiene documenti ma un rasoio; può capitare anche che la spedizione venga ritornata al mittente.

2. Spedire e Ricevere in Europa

Le spedizioni provenienti da paesi UE o Schengen non sono soggette a dazi e neppure a controlli doganali. E' a tutti gli effetti come ricevere dall'Italia.

Per spedire: le spedizioni all'estero effettuate con le Poste sono costose. La scelta migliore è probabilmente la Raccomandata Internazionale, che tuttavia è tracciata solo fino a quando non esce dall'Italia.
Il Paccocelere Internazionale è molto costoso e richiede l'espletamento di noiose formalità sotto forma di moduli da compilare; a quel punto probabilmente è più comodo rivolgersi direttamente a un corriere privato.
Per spedizioni molto pesanti il costo dei corrieri è proibitivo, e tornano convenienti le poste (il paccocelere è l'unico possibile oltre un certo peso, ma rimane più economico dei corrieri).

3. Spedire e Ricevere da paesi extra-UE

Le spedizioni provenienti da paesi al di fuori dell'Unione Europea sono sempre soggette a controlli e all'applicazione dei dazi doganali, nonchè dell'IVA.

I pacchi in arrivo vengono portati alla dogana, ispezionati e poi riprendono il loro normale percorso postale arrivando direttamente a casa. Non è necessario fare alcunchè per sollecitare il disbrigo delle pratiche.
Le tasse doganali si pagano direttamente al postino alla consegna, o all'ufficio postale se del caso. Inutile innervosirsi con gli impiegati delle Poste che non hanno alcuna responsabilità in questo; le tasse non le calcolano loro, si limiteranno a riferirvi la cifra che trovano sul bollettino allegato al pacco.

Le tasse dipendono dal valore dell'oggetto, come dichiarato sulla bolla di accompagnamento compilata dal venditore all'atto della spedizione; a questo si aggiungono le "spese di presentazione" e qualcos'altro:
€ 5,50 fissi per presentazione alla dogana
Dazio (variabile a seconda del paese)
IVA se applicabile (di solito al 20%)

Al di sotto di una certa cifra che pare arbitraria (alcune fonti dicono 45€, altre meno...) si pagano solo i 5,50€ fissi.

Per stabilire l'IVA, come detto, ci si basa sul valore dichiarato sulla bolla d'accompagnamento. I funzionari comunque ispezioneranno il pacco e verificheranno il contenuto; nel caso che il valore apparente dell'oggetto fosse evidentemente diverso da quello dichiarato, il pacco resterà in dogana e vi invieranno una richiesta di documentazione che comprovi il valore dell'oggetto.
La documentazione che dovete inviare è normalmente la "fattura" di Ebay o la ricevuta di pagamento Paypal; questi documenti sono normalmente sufficienti.
La richiesta arriverà per posta al destinatario del pacco, ultimamente capita che vi contattino anche tramite email se l'indirizzo è specificato da qualche parte sul pacco o nei documenti d'accompagnamento; la documentazione va inviata via per posta o via fax ai recapiti che vi forniranno, il metodo migliore rimane sempre la raccomandata A/R.
Non c'è alcun modo per accelerare il disbrigo delle pratiche e la consegna del pacco nel caso che questo sia stato fermato in dogana e sia stata inviata la richiesta di documentazione; dovete solo inviare la documentazione, mantenere la calma e aspettare. Non si può telefonare alla dogana per avere informazioni o per sollecitarli; il numero "ufficiale" è il call center delle Poste dove vi diranno che non sanno niente e di aspettare; ci sono poi alcuni numeri di telefono "non ufficiali" ai quali comunque non vi risponderanno mai. Quindi potete comunicare con la dogana solo via posta o fax.
Alcuni dicono che si ottengono migliori risultati ("accelerazione" della pratica) inviando la documentazione più e più volte. In ogni caso per buona misura sempre meglio inviare una prima copia per posta mediante raccomandata A/R, poi procedere inviando altre copie via Fax.

Ah già... le tasse non si pagano solo sul valore dichiarato dell'oggetto, ma sul valore sommato al costo della spedizione... ;)

Non sempre i pacchi vengono fermati in dogana, anzi è piuttosto raro: se non suscitano sospetti e il valore su cui applicare l'IVA è chiaro, le pratiche doganali vengono normalmente sbrigate in pochi giorni. In alcuni casi, però, potrebbero richiedere più tempo; non c'è da preoccuparsi.
Solo se il pacco sta tardando di più di due settimane rispetto alla data di arrivo attesa (in base ai tempi normalmente impiegati dalle spedizioni: vedere sotto), iniziate a preoccuparvi: il pacco potrebbe essere stato fermato, e per qualche motivo la richiesta di documentazione non è ancora arrivata. Capita che arrivi anche dopo più di un mese... Nel caso di spedizione tracciata, comunque, lo stato del pacco dovrebbe essere riportato chiaramente nella pagina di tracking.

Nel caso di spedizioni tramite corriere privato è tutto molto più rapido e comodo. La richiesta di fornire documentazione arriva immediatamente, spesso tramite un telegramma, e per sbloccare la spedizione a volte è addirittura sufficiente una dichiarazione informale da inviare via email

E' possibile "sfuggire" alla dogana? No, non è possibile. Può capitare che qualche pacco di piccole dimensioni (in particolare buste, non scatole) venga ignorato e arrivi senza che ci siano da pagare neppure i 5,50€, ma ormai è sempre più raro.

Alcuni consigli:
-Meglio evitare di dichiarare valore zero o di segnare il pacco come "regalo". Questo non vi permetterà di sfuggire alle tasse, anzi insospettirà i doganieri che penseranno si tratti di un trucco per non pagare. Dato che alcuni venditori di buona volontà pensano sia una buona idea marcare la casella "gift" per evitarvi le tasse, potrebbe essere una buona idea dirgli esplicitamente di non farlo.
-Per oggetti che potrebbero sembrare di valore, considerate di chiedere al venditore di includere una copia della ricevuta di pagamento di ebay, come prova del valore dell'oggetto; non se volete chiedergli di dichiarare un valore inferiore, ovviamente.
-Se non volete pagare l'IVA, chiedete al venditore di dichiarare un valore basso: 10-20$. Per un rasoio a mano libera, può essere plausibile.

Cautele per oggetti particolari
Alcuni oggetti non possono essere importati in Italia, oppure richiedono apposita documentazione. Senza addentrarmi nella complessa normativa in merito, i casi eclatanti che possono capitare al collezionista di rasoi ML sono i seguenti:
Lame e affini: lame oltre una certa dimensione non possono essere facilmente importate. I rasoi normalmente non destano preoccupazioni, quelli in stile giapponese, però, potrebbero non essere riconosciuti come tali e interpretati invece come coltelli o affini (capitato a Nanolibero)
Medicinali e cosmetici: acquistando saponi da barba o dopobarba all'estero, potrebbe capitare che vengano fermati alla dogana in attesa che gli inviate apposita documentazione dove si dichiara che sono per uso personale, prima di poterli ricevere. Potrebbe capitare che qualche funzionario non troppo sveglio interpreti per qualche motivo anche un rasoio come "prodotto cosmetico" (capitato a me).
Avorio: il commercio di avorio è internazionalmente bandito da vari anni. Per l'avorio "legale" serve la documentazione CITES. E' permesso il commercio di oggetti in avorio fabbricati prima dell'entrata in vigore del divieto; quindi ovviamente anche rasoi d'epoca. Bisognerebbe però provare che si tratta effettivamente di oggetti d'epoca, il che potrebbe non essere semplice. Per fortuna, normalmente l'avorio nei manici dei rasoi non viene sempre riconosciuto come tale. Tuttavia per cautelarsi si potrebbe chiedere al venditore di accludere qualche tipo di documentazione. Oppure chiedergli di dichiarare un valore basso che quindi non insospettisca i funzionari, nella speranza che rinuncino ad ispezionare il pacco.

Metodi e tempi per le spedizioni dagli Stati Uniti
Per fortuna nostra che spesso acquistiamo oltreoceano rasoi d'epoca, le poste USA sono tra le più affidabili ed economiche.
E' buona idea informarsi personalmente sul sito www.usps.com riguardo al costo delle spedizioni, in modo da poter suggerire il metodo migliore al venditore che non ha mai spedito all'estero, oppure per poter contestare spese di spedizione irragionevolmente alte. In questo secondo caso, non significa necessariamente che il venditore sia in malafede; potrebbe essere semplicemente che non sia al corrente dei metodi migliori e più economici.
Per oggetti di piccole dimensioni come i rasoi, la scelta migliore normalmente ricade sulle spedizioni "Flat Rate"; si tratta di scatole preaffrancate, che normalmente finiscono per costare decisamente meno di un imballo realizzato dal venditore e pagato sul peso e sulla destinazione.
I servizi normalmente offerti sono i seguenti:
First Class: estremamente economico, non tracciato, non assicurato; comunque molto affidabile. Normalmente arriva entro un mese (includendo il tempo necessario all'espletamento delle formallità doganali.
Priority: costo ridotto, tracciato solo fino a quando esce dagli USA, assicurazione a parte. Conviene rinunciare all'assicurazione e scegliere la "Small Flat Rate Box". Di solito arriva in 2 settimane o poco più.
Express: il servizio più costoso; assicurazione inclusa, tracciato fino all'arrivo a casa vostra: quando entra in Italia si può seguirlo sul sito delle Poste Italiane con un nuovo codice, comodo perchè permette di sapere anche se è fermo in dogana (ma comunque non si può accelerarlo o sollecitarlo in alcun modo). Arriva normalmente in una settimana/dieci giorni.

Da altri paesi extraeuropei
Le spedizioni da Hong Kong e Cina sono controllate con particolare cura per l'elevato numero di falsi proveniente da questi paesi. Con rasoi e pietre, comunque, non dovrebbero esserci problemi.
Per quanto riguarda il Giappone, la percentuale di spedizioni problematiche (sia di rasoi, sia di pietre) sembra essere particolarmente alta. Potendo scegliere, optare per il servizio EMS, sicuro e velocissimo.


Spedire extra-UE:
Vale quanto detto per le spedizioni verso l'Europa: le Poste Italiane sono molto care, la soluzione più economica resta la Raccomandata internazionale. Il Paccocelere Internazionale ha costi proibitivi e fuori portata per il venditore occasionale, a quel punto forse meglio rivolgersi direttamente a un corriere privato, spendendo magari ancora di più ma con maggiore comodità, sicurezza e velocità.
Avatar utente
james
 
Messaggi: 271
Images: 73
Iscritto il: 01/04/2010, 19:39
Località: Parma

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda Aldebaran » 21/07/2010, 7:37

Complimenti per le spiegazioni molto dettagliate. Mettero' in evidenza nella sezione Off-Topic questo tuo scritto e anche nelle FAQ&GUIDE.
A nome della comunita' de "ilrasoio.com"ti ringrazio nuovamente.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5258
Images: 4735
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda baol » 03/08/2010, 13:08

Bellissima guida, complimenti !!!

Mi permetto di aggiungere un' informazione che potrebbe essere utile a chi importa dei rasoi da paesi extra CEE: il codice (nomeclatura) doganale relativo ai rasoi M.L. dovrebbe essere 8212 1090 taric 00 e il dazio che si paga per tutti i paesi terzi (Giapopne, Cina, USA, ecc ) è il 2,7%, al quale poi si aggiunge IVA.
E' una informazione un po' tecnica, forse poco comprensibile, magari vi basta sapere che se importate un rasoio da USA, Cina o Giappone dovete considerare che pagherete un surplus del 22,7% rispetto alla cifra in fattura.
baol
 
Messaggi: 110
Iscritto il: 28/07/2010, 22:23
Località: Bologna

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda franzkleber » 03/08/2010, 22:21

Caspita ...grazie molte ....mooolto interessante!!
Ho fatto numerosi acquisti oltreoceano e anche a me è capitato di non pagare un sovrapprezzo solo se il pezzo aveva un valore basso.
Mi sono accorto che le cose cambiano se il prezzo superava circa 50 euro...adesso capisco meglio l'arcano....devo considerare il prezzo + le spese di spedizione!!
SE UN UOMO NON E' DISPOSTO A LOTTARE PER LE SUE IDEE , O LE SUE IDEE NON VALGONO NULLA , O NON VALE NULLA LUI .
E.L. Pound
Avatar utente
franzkleber
 
Messaggi: 479
Images: 91
Iscritto il: 20/06/2010, 16:22
Località: Cesano Maderno

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda Bruconiglio » 05/08/2012, 9:56

Vorrei segnalare una procedura impiegata da alcuni rivenditori, che trattano un volume elevato di merci, per ovviare alle lungaggini e ai costi (i famosi 5€) della dogana italiana:
In accordo con il trasportatore i pacchi vengono sdoganati in un paese europeo piu' efficiente, DE UK, e quindi da li inoltrati in Italia. A questo punto il pacco di provenienza EU non passa per la dogana italiana.
Avatar utente
Bruconiglio
 
Messaggi: 1616
Images: 255
Iscritto il: 01/08/2012, 15:02
Località: Chieti

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda Pignolo » 23/11/2012, 18:53

Ciao ragazzi,
ho da poco acquistato dei DE in USA e ho seguito alla lettera le preziose indicazioni di james. Ho fatto spedire da entrambi i venditori i rasoi con la scatola prepagata Priority Mail International Small Flat Rate Box dal costo di $ 16,95 approssimativamente € 13,22. Non ho fatto richiesta ai venditori di dichiarare un valore più basso rispetto a quello di vendita. I due rasoi sono arrivati in una quindicina di giorni e ho pagato per entrambi le spese doganali € 5,50 + il 21% di iva calcolata sull'importo dichiarato dal venditore e scritto a mano sul cedolino applicato sulla scatola. Per un rasoio il venditore ha dichiarato il solo importo corrispettivo al valore dell'oggetto, mentre per l'altro il venditore ha sommato il valore del rasoio + i costi di spedizione. Il rasoio che ho pagato meno, (valore $ 33) è stato soggetto a dogana come ovviamente l'altro di valore superiore, quindi per la dogana già € 25,50 è un importo tassabile.

Da questa piccola esperienza posso confermare che la scatola Priority Mail International Small Flat Rate Box da $ 16,95 è economica e abbastanza veloce (15 giorni compreso stop in dogana) ma attenzione la tracciabilità del pacco c'è ma solo all'interno dei confini USA, fuori nulla, a meno ché non paghiate un sovra prezzo Priority Mail International Small Flat Rate Box + Registered Mail tot. $ 28,70 calcolabile a questo link http://ircalc.usps.com/ExtraServices.as ... &o=1&mt=13

Inoltre vi consiglio di chiedere al venditore di indicare il solo valore dell'oggetto senza sommare il costo di spedizione, altrimenti come già esposto pagherete l'iva anche su quest'ultimo.

Un salutone a tutti.
Il gusto è conforme alla rozzezza dell'intelletto: ognuno beve il vino che merita. Emile Peynaud

"Gli ostacoli non mi abbattono, ogni impedimento è distrutto dal rigore, non si volta chi a stella è fisso" Leonardo da Vinci
Avatar utente
Pignolo
 
Messaggi: 79
Images: 15
Iscritto il: 21/09/2012, 14:23
Località: Roma

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda altus » 02/08/2013, 9:50

james ha scritto:2. Spedire e Ricevere in Europa

I codici delle raccomandate internazionali provenienti da Paesi UE rimangono uguali anche in Italia (a differenza dei codici delle spedizioni da Paesi Extra-UE che vengono ricodificati al loro arrivo in Italia - per avere il codice nuovo occorre telefonare al numero verde delle Poste Italiane) e sono tracciabili sul sito delle Poste del Paese di provenienza fino al loro arrivo in Italia e poi sul sito delle Poste Italiane nella parte finale del percorso usando lo stesso codice le cui ultime due lettere indicano il Paese di provenienza.

Pignolo ha scritto:Inoltre vi consiglio di chiedere al venditore di indicare il solo valore dell'oggetto senza sommare il costo di spedizione, altrimenti come già esposto pagherete l'iva anche su quest'ultimo.

Per normativa l'IVA viene applicata SEMPRE al costo totale finale della spedizione.
ES: al vostro pacco verranno aggiunti
DIRITTI POSTALI : Presentazione in Dogana €2,50 e Spese Postali €3,00
DIRITTI DOGANALI : Dazio (non applicato su valori inferiori ai €50,00) e IVA 21% sul valore della merce + il costo della spedizione sostenuto dal venditore.
A volte i piccoli pacchi passano senza fermarsi in Dogana, ma è casuale, quindi nell'effettuare i vostri acquisti prevedete sempre i €5,50 e l'IVA sul totale nelle spedizioni Extra UE.
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2890
Images: 2057
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda bel_riose » 02/08/2013, 10:41

Purtroppo la permanenza del codice all'arrivo in Italia non è così scontata, almeno nella mia esperienza.
Non si sa perché (la persona del recapito non ha saputo spiegarmelo), in certi sfortunati casi viene riassegnato un codice raccomandata, di quello vecchio tipo (tutte cifre) e così il tracking è perso.
Magari è solo l'Italia che è lenta ad adeguarsi...
E' il mano libera di tuo bisnonno. Questo è il rasoio dei Very Uominy, non è goffo o erratico come un multilama. E' elegante invece, per tempi più civilizzati. (il barbiere di Obi-Wan Kenobi)
Avatar utente
bel_riose
 
Messaggi: 502
Images: 230
Iscritto il: 26/09/2011, 13:51
Località: Torino, Italia

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda altus » 02/08/2013, 11:04

Di tutte le spedizioni ricevute negli ultimi mesi da Francia e Gran Bretagna non ho mai avuto il codice cambiato, sempre invece con quelle dagli USA.
Ogni invio estero è, secondo la convenzione UPU vigente http://www.upu.int/fr/lupu/actes/reglements-et-protocoles-finaux.html, caratterizzato da 2 lettere + una serie di numeri + 2 lettere. (es: RXxxxxxxxxFR per la Francia e RXxxxxxxxxGB dall'Inghilterrra [X=lettera x=numero]) La prima lettera rappresenta il tipo di invio (R=raccomandata), la serie di numeri è casuale, e le ultime 2 lettere rappresentano lo Stato di provenienza.
I codici USA tipo LKxxxxxxxxxUS (USPS First Class Package International Service) vengono invece ricodificati 1xxxxxxxxxxx e quindi diventano impossibili da seguire pur essendo soggetti all'obbligo di firma alla consegna come le raccomandate (ovviamente, visto che arrivano tassati di spese iva e dazio)
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2890
Images: 2057
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda beppe75 » 04/08/2013, 16:05

Ciao a tutti,vi riporto la mia esperienza con spedizioni internazionali.
Essendo modellista,ovvero aeromodelli radiocomandati,mi è capitato di comprare in cina aerei e materiale elettronico che in italia si trova a 4\5 volte superiore come prezzo,la prima volta ho acquistato un aliante,quindi pacco voluminovo,lungo più di un metro,valore dichiarato 30 % sulla bolla di spedizione ovvero cira 30 $ spedizione esclusa,arrivato a casa senza spese aggiuntive,altro acquisto di materiale elettronico vario,pacco piccolo,sempre 30% del valore,circa 26$,arrivato a casa con maggiorazione 5,50€ + 20% sul valore di 26€,la dogana praticamente ha trasformato i dollari in euro,non hanno fatto la conversione i furboni,quindi deduco che i 50€ dove non dovrebbe pagarsi dazi non è vera e posso consigliare di farsi mettere in bolla il valore con la conversione per non pagare di più.
2 cose sono infinite:l'universo e la stupidità umana,ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi(A.Einstein)
Avatar utente
beppe75
 
Messaggi: 28
Images: 17
Iscritto il: 02/07/2013, 19:32

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda altus » 04/08/2013, 16:14

infatti non hanno applicato il dazio ma solo l'IVA (che si applica anche ai costi di spedizione)
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2890
Images: 2057
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda Ginex » 04/12/2013, 12:50

Voglio segnalare alcuni servizi di tracking "globale" (ovvero basta inserire il codice di spedizione e viene eseguita la ricerca senza dover specificare altro, nemmeno il carrier)

https://www.aftership.com/ (genera anche un link da salvare nei preferiti per la consultazione esempio : https://www.aftership.com/gJHGHMdJI un acquisto dal Turco)
http://www.trackitonline.ru/
Avatar utente
Ginex
 
Messaggi: 580
Images: 110
Iscritto il: 09/10/2013, 10:45
Località: Rivoli - TO

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda ischiapp » 04/12/2013, 14:29

Il sito russo è un paio d'anni che lo uso ... è ottimo !!
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 14024
Images: 2129
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda situazionauta » 14/12/2013, 17:11

Segnalazione così, "random" per chi può averne bisogno: per spedire all'estero pacchi di piccole, modeste e medie dimensioni (io c'ho mandato un cappotto di lana) consiglio il servizio di Poste Italiane "Mini Box Track preaffrancato", i costi sono molto più contenuti del normale pacco internazionale (Celere) e arrivano quasi al livello decoroso dei costi dall'estero per l'Italia... e soprattutto non si deve andare in Posta ma viene un addetto a ritirare il pacchetto e compilare le scartoffie per voi. Praticamente basta preparare il pacco e fare una telefonata.

(il lato negativo è che questi addetti attaccano a stressare con offerte e offertine, credo siano pagati un po' come i commessi, "a vendita", quindi sono pure un po' piazzisti...)
Recensisconsi profumi: http://yeoldecivetcat.blogspot.it/
Avatar utente
situazionauta
 
Messaggi: 95
Iscritto il: 19/07/2013, 19:47
Località: Milano

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda Ginex » 09/01/2014, 15:32

Esperienza personale.

Tre acquisti su eBay

1 - Acquisto dagli USA il 18 Dicembre 2013 - Spedito con USPS - Arrivato 9 Gennaio 2014 - NO dogana NO spese aggiuntive oltre alla tariffa eBay - Valore dichiarato esternamente al'imballo 5,50$ - Merchandise - Codice di spedizione aggiunto sull'imballo esterno

2 - Acquisto dagli USA il 25 Dicembre 2013 - Spedito con USPS - Arrivato 9 Gennaio 2014 - NO dogana NO spese aggiuntive oltre alla tariffa eBay - Valore dichiarato esternamente al'imballo 24$ - Merchandise - Codice di spedizione originale

3 - Acquisto dall'Austria 29 Novembre 2013 - Spedito con Osterreichische Post - Arrivato 9 Gennaio 2014 - Busta anonima

Giusto per dire che non c'è uniformità e relazione tra spedizioniere, nazione, carrier internazionale/nazionale, etc... E' una lotteria :-)
Avatar utente
Ginex
 
Messaggi: 580
Images: 110
Iscritto il: 09/10/2013, 10:45
Località: Rivoli - TO

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda AlfredoT » 02/02/2014, 11:50

Qualcuno ha mai valutato questo servizio: http://www.shipito.com?
God shave the Queen!

Passare da imbecille agli occhi di un idiota è un piacere da palati sopraffini.
Avatar utente
AlfredoT
 
Messaggi: 5871
Images: 549
Iscritto il: 11/05/2013, 11:05
Località: Tra Pv, Pc, Lo e Mi

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda Zapata » 05/02/2014, 20:54

La mia esperienza di acquisto su Ebay.
Venditore eccellente msoldaat, da Montpellier (F). Mi chiede 8,00e per spedire un Gillette Tech vintage con tanto di scatolino. Spedito il 13/01 (+ 1 giorno dal pagamento), mi arriva il 30/01. Eccellente imballaggio, invio per posta celere che deve avere risentito un po' dell'interruzione del traffico ferroviario a causa della famosa frana in Liguria. Da notare che la SOLA affrancatura è stata di 8,50e. Che dire? Msoldaat è un grande seller.......

Ora aspetto un paio di pacchetti di lamette dalla Thailandia: valore 2,62e tutto compreso..... speriamo di non pagarci i 5,50! (per la cronaca sono Feather e Astra blu, tanto per lo sfizio...)
Esta usted en territorio zapatista. Aqui manda el Pueblo....

nessun essere umano indifferente al cibo è degno di fiducia (cit. M. V. Montalban)
Avatar utente
Zapata
 
Messaggi: 796
Images: 10
Iscritto il: 28/10/2013, 22:43
Località: Νεάπολις (Neapolis)

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda ischiapp » 28/04/2014, 10:53

Non che serva a qualcosa, ma per chi volesse provare a sconfiggere il Sistema: ;)
http://www.attilacoins.com/Dogana_numeri_utili.asp
http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/con ... regionali/

Per i pacchi internazionali gli uffici di Milano sono i diretti responsabili:
http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/con ... i+Milano+1
http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/con ... i+Milano+2
http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/con ... i+Milano+3


In bocca al lupo e ... "Che la Forza sia con voi".
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 14024
Images: 2129
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda merin » 29/04/2014, 9:53

Se può essere utile. Ho appena inviato una raccomandata 1 ed ho scoperto che fino al 31 maggio 2014 la tariffa è in offerta. Ho speso 5,20€ invece dei canonici 6,05€. Sconti anche per gli scaglioni superiori e per l'opzione "prova di consegna".

http://poste.it/postali/italia/raccomandata1.shtml


saluti affilati
merin
Che le vostre lame possano essere sempre affilate ed i vostri rasoi sempre splendenti!
I miei blog: http://masseriadelprato.blogspot.it/ - http://fummelier.blogspot.it/
Follow@: https://twitter.com/ilFummelier - http://instagram.com/ilfummelier
Avatar utente
merin
 
Messaggi: 771
Images: 71
Iscritto il: 28/05/2013, 12:01
Località: Friuli Venezia Giulia - Provincia di UD

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda Andy7 » 30/04/2014, 19:50

Ogni tanto la raccomandata 1 la mettono in offerta.
Pensate che oggi mi è arrivata una raccomandata spedita da firenze il 17 aprile, che roba :shock:
NASSRASIERER PANZER DIVISIONEN

GILLETTE DE LOVER, USER AND ABUSER!
Avatar utente
Andy7
 
Messaggi: 649
Images: 6
Iscritto il: 24/05/2013, 18:55
Località: Agro Pontino

Re: Guida (incompleta) alle spedizioni

Messaggioda altus » 01/07/2014, 20:11

CHE TIPO DI SPEDIZIONE CHIEDERE AI VENDITORI STRANIERI EUROPEI

Anche se costosa, chiedete sempre una spedizione tracciabile ai venditori europei ;)
alcune tariffe indicative e i link ai calcolatori del prezzo
Inghilterra:
http://www.royalmail.com/personal/international-delivery/international-tracked-signed
    Royal Mail Airsure and International Signed For (Piccoli oggetti fino a 250g £8.70)
Francia:
http://www.laposte.fr/Particulier/Utiliser-nos-outils-pratiques/Outils-et-documents/Calculez-le-tarif-de-vos-envois
  1. Colissimo (consegnato poi in Italia da SDA, pacco di 1kg €16,15)
  2. Postexport marchandise avec suivi (con suivi e raccomandata €9,20 per 250gr)
  3. Paquet prioritaire avec Recommandée (come la nostra raccomandata, con copertura assicurativa R1 fino a €45, per 250gr €8,95)
Germania
http://www.portokalkulator.de/portokalkulator/std
  1. Busta imbottita A4 + Einschreiben(Raccomandata)+assicurazione fino a €50 totale €7,10
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2890
Images: 2057
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Tasse doganali: quando, in base a cosa, e in che percentuale

Messaggioda pannoverde » 02/07/2014, 11:37

Stavo pensando di fare un'ordine online di circa 90€ da un negozio online negli USA, ma prima di farlo sarei curioso se paghero' una qualche tassa doganale e soprattutto quanto. C'è un modo per sapere se la devo pagare e di quanto sarà l'importo? E come funziona il pagamento? Come ti avvisano quelli della dogana per dirti come fare a pagare per ricevere il pacco? Grazie mille a tutti per le risposte :)
Il sapere umano appartiene al mondo
pannoverde
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 27/04/2014, 21:20
Località: Barberino di Mugello (Firenze)

Re: Tasse doganali: quando, in base a cosa, e in che percent

Messaggioda uba » 02/07/2014, 14:26

uba
 
Messaggi: 367
Images: 22
Iscritto il: 14/08/2013, 19:01
Località: Cori

Re: Tasse doganali: quando, in base a cosa, e in che percent

Messaggioda Arsenico » 02/07/2014, 15:17

Quindi il "quanto" dipende dal fatto che un oggetto venga specificato come commerciale o meno (regalo, effetti personali, altro...) da chi spedisce. Io generalmente quando spedisco barro l'opzione "other" .
Per il "quando" generalmente la cifra e' da pagare al postino.
____________

My shots on Instagram
Avatar utente
Arsenico
 
Messaggi: 464
Images: 197
Iscritto il: 10/05/2013, 18:00
Località: Tokyo
Prossimo

Torna a Acquisti On-Line

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite